OSPITI NELLO STUDIO DI UN ARTISTA STRANIERO, (FORSE) A GRATIS – Teelent
  • RESO GRATUITO IN 10 GIORNI
  • SPEDIZIONE VELOCE
  • PAGAMENTO SICURO AL 100%
Nessun prodotto nel carrello.

OSPITI NELLO STUDIO DI UN ARTISTA STRANIERO, (FORSE) A GRATIS

Almeno una volta nella vita, bisogna lasciare il proprio nido. Non credi? Cambiare aria. Vivere altre situazioni. Magari anche di disagio; ma non troppo. Meglio se in un Paese diverso. Giusto per avere un metro di misura con il nostro. L’ideale sarebbe trovare uno studio d’artista, un atelier, al limite una residenza artistica per poter esercitare la propria arte e capire come il contesto può influenzarla.

Oggi, grazie ai viaggi low-cost, non è difficile raggiungere un Paese lontano. Altro discorso, invece, è trovare uno spazio già attrezzato per esercitare la propria creatività. Magari a basso prezzo, se non gratis.
Del resto, è risaputo che l’artista non sia –almeno agli inizi– uno dei mestieri più redditizi.

L'AIUTO ARRIVA DAL WEB

Il primo aiuto in tema di sharing economy arriva dalla Finlandia. Lì, infatti, un gruppo di artisti amici ha dato vita ad ARTIST RESIDENCY SWAP.

Si tratta di un portale con vocazione internazionale in cui qualsiasi artista nel mondo può condividere il proprio studio con un altro artista.
Basta iscriversi, inserire il proprio studio, cercare il Paese che più ispira e partire. L’accordo avviene direttamente tra gli artisti senza alcuna intermediazione economica del portale.

A dire il vero, il portale non copre ancora tutto il terracqueo. Ha ancora ampi margini di miglioramento.  Ma mentre vi sto scrivendo, gli ultimi tre artisti ad aver condiviso il proprio studio/appartamento arrivano da Vancouver, Londra e Copenhagen. Di questi non abbiamo ancora recensioni per capire se il meccanismo è ben oliato oppure se necessita ancora di qualche aggiustatina. L’unica soluzione è prendersi del tempo e contattare gli artisti dei luoghi che vi interessano.

Diversi media che hanno già recensito il portale strillano la gratuità dello scambio. In effetti non si deve pagare una quota per inserire il proprio studio, né per accedere agli indirizzi caricati. Certo è che probabilmente, l’artista ospitante vi chiederà di contribuire nelle spese. Ci sembra comunque una grande idea. 

GLI ARTISTI TURISTI

Ma se questo servizio non vi piace, il web offre diverse altre iniziative. Tra le prime è certamente da menzionare TOURING ARTISTS, il portale d’informazione per la mobilità internazionale degli artisti.
Non solo notizie su viaggi e soggiorni, ma anche su contratti, visti di soggiorno, tasse, previdenza sociale, assicurazioni e perfino diritti d’autore. Tra l’altro è anche in italiano. Una sorta di bussola per capire cosa fare e come muoversi per dedicarsi tranquillamente alla propria arte.

PER CHI VUOLE RESTARE
IN ITALIA

Se proprio non te la senti di lasciare il Bel paese, è sempre possibile consultare il PROGETTO RESIDENZE ARTISTICHE DEL MIBACT , il Ministero per i beni culturali e ambientali. Sul sito web, si trovano tutte le residenze divise regione per regione. Ciascuna, ovviamente, ha il proprio metro di giudizio per l’accesso. Verificare quella che fa al caso vostro. Sul portale del MIBACT si trovano tutte le informazioni aggiornate. Eureka!

  • CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
Condividi su whatsapp
Condividi su google
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su email

Cosa ti è piaciuto dell'articolo? Commenta qui sotto!

su di NOI..

..Un gruppo di creativi indipendenti che amano sognare ad occhi aperti. Persone del mondo che hanno consumato strade di inchiostro, colori, idee traducendole in “comunicazione”

su di NOI..

..Un gruppo di creativi indipendenti che amano sognare ad occhi aperti. Persone del mondo che hanno consumato strade di inchiostro, colori, idee traducendole in “comunicazione”

ARTICOLI RECENTI

ISCRIVITI ORA

PER RICEVERE TUTTE LE NEWS

GRAZIE !

Verrai contattato al più presto!

Puoi aiutarci ad aiutarli?

Compila il modulo & organizziamo un appuntamento!