TEELENT LANCIA LA SFIDA AGLI STUDENTI DELL’UNIVERSITÁ CATTOLICA – Teelent
  • RESO GRATUITO IN 10 GIORNI
  • SPEDIZIONE MEDIAMENTE IN 48H
  • PAGAMENTO SICURO AL 100%
Nessun prodotto nel carrello.

TEELENT LANCIA LA SFIDA AGLI STUDENTI DELL’UNIVERSITÁ CATTOLICA

Teelent lancia la sfida agli studenti
dell’Università Cattolica.

Il fotografo e art director Tanaka Tatsuya (classe 1981) ha iniziato qualche anno fa con il progetto Miniature Calendar. Questo artista giapponese è un maestro nel realizzare incredibili opere in miniatura: realistiche e davvero divertenti. Ti strapperanno almeno un sorriso. Rappresentano la routine con le azioni che “i più“ sono soliti compiere ogni giorno.

Il talento non si scrive nel curriculum. Lo si dimostra creando case history di successo. Ecco perché Teelent, il nostro progetto globale di sostegno al talento di artisti (per ora) inediti, ha lanciato la sfida agli studenti dell’Università Cattolica: i manager di domani.
Lunedì 18 Marzo 2019, Alessandro Braga e Lara Puglisi, consoli ad honorem di Teelent, sono saliti in cattedra, questa volta non per insegnare, ma per dare la possibilità ai next marketing manager di cimentarsi in un vero progetto (e dimostrare il loro teelent).

«Teelent è una start-up innovativa, che parte dal digitale, ma che ha tantissime potenzialità anche nell’offline. Avete la fortuna di vedere un brand neonato e quindi di poterlo plasmare. Teelent nasce come spin-off di Manymal per trovare artisti che potessero disegnare le collezioni di Tee-shirt e felpe. L’idea è nata questa estate in agosto; a ottobre abbiamo girato il video per il sondaggio; a gennaio abbiamo lanciato il sito. In poco più di un mese, Teelent è diventata una realtà a sé che ha generato un’enorme quantità di traffico diventando comunità. Quindi abbiamo deciso che si meritava un suo spazio autonomo.»

Se le domande sono un forte segnale d’interesse, allora gli studenti del corso di Omnichannel Marketing del Master Sales della Cattolica sembrano aver imboccato la strada giusta visti gli innumerevoli stop&go chiesti alla presentazione per raccogliere quante più informazioni possibili e capire meglio come aumentare l’altra comunità: quella dei sostenitori. Moderni mecenati che possono avere la duplice veste di consumatori o aziende interessate al talento dei nostri arteest . Sì, perché “su Teelent non si vendono trapani, ma buchi!” Ci spieghiamo meglio. Se un negoziante mi racconta tutte le meraviglie del suo trapano, è facile che io mi annoi. Ma se mi accende la voglia di fare un buco nel muro, sarò io a chiedergli di vendermi il trapano. Così è Teelent. L’acquisto della maglietta è il tramite per aiutare l’artista a raccogliere il capitale necessario ad attuare il suo sogno: organizzare la prima mostra; aprire il proprio atelier; trasferirsi a Los Angeles; acquistare una nuova attrezzatura. E se foste proprio voi a essere i primi a credere nel futuro Andy Warhol?

Così una volta divisi in gruppi, gli studenti della professoressa Chiara Cantù dovranno ideare un reale piano di lancio sia online che offline. Ma non rimarrà una prova virtuale, perché le loro idee saranno prove d’esame.
Un esame che lascerà le quattro pareti di un’aula dell’Università Cattolica di Milano per abbracciare la rete del web e diventare un prezioso aiuto per tutti gli Arteest e i loro sogni! I risultati a fine maggio. Stay tuned!
Nel frattempo che ne dici di scoprire proprio i sogni dei nostri Arteest e come poterli sostenere? Basta cliccare sui 2 pulsanti sotto!

Ci vediamo in “Teelent” con la prossima novità!
Buona Artee.
Alessandro e Lara

  • CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
Condividi su whatsapp
Condividi su google
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su email

Cosa ti è piaciuto dell'articolo? Commenta qui sotto!

su di NOI..

..Un gruppo di creativi indipendenti che amano sognare ad occhi aperti. Persone del mondo che hanno consumato strade di inchiostro, colori, idee traducendole in “comunicazione”

su di NOI..

..Un gruppo di creativi indipendenti che amano sognare ad occhi aperti. Persone del mondo che hanno consumato strade di inchiostro, colori, idee traducendole in “comunicazione”

ARTICOLI RECENTI

News

PARLA LA STREET ART

PARLA LA STREET ART Nei giorni precedenti e nei primi di apertura della Binnale di Venezia diversi artisti si sono recati nella città lagunare per

Leggi Tutto >

ISCRIVITI ORA

PER RICEVERE TUTTE LE NEWS

Puoi aiutarci ad aiutarli?

Compila il modulo & organizziamo un appuntamento!

GRAZIE !

Verrai contattato al più presto!